ingresso

Palazzo Malaspina

ingressoIl Palazzo è uno dei più severi e sontuosi edifici patrizi della seconda metà del XVI secolo nella città di Ascoli Piceno. La monumentale costruzione viene tradizionalmente attribuita a Cola D’Amatrice, ma oggi si è più propensi a pensare fu opera di un maestro toscano e con maggiore fondatezza di uno dei maestri lombardi che operavano ad Ascoli. La costruzione ebbe inizio il 7 Marzo 1587 su commissione di Donna Marcellini Parisani, vedova di Francesco Malaspina, all’architetto lombardo Giovanni Angeli Dimarco e Brandimarte Parisani, incorporando case trecentesche e terre in parte acquistate dal limitrofo convento di Sant’Egidio.

 

 

Il Palazzo è caratterizzato da una facciata arricchita da due portali lavorati a bugnato, decorati da stemmi e da tre ordini di finestre. Negli anni 1582 – 1583 il Palazzo fu allungato di oltre 12 mt, inserendovi un secondo portone d’ingresso, allo scopo di dotare la residenza di un grande salone alto due piani. Caratteristico è il loggiato terminale lungo tutto il fronte, composto da 18 arcate rette da sostegni privi di capitelli e imitanti tronchi d’albero dai grossi rami recisi. Questa allegoria rappresenta gli alberi di Gelso, dai quali si producevano i bachi da seta primario introito della ricchissima Famiglia Malaspina. I due portali archi voltati e contornati da ampio bugnato , con due sedili ai lati, danno accesso ad un ampio giardino e ai locali anticamente adibiti a scuderie e rimesse carrozze. I due mascheroni posti al lato del portale con al centro lo stemma gentilizio, celavano forse nelle fauci bocche da sparo, mentre i due mascheroni posti in basso, venivano usati per comunicare dalla strada con l’interno. A destra dell’androne di ingresso che immette in un ampio giardino c’è una ornatissima fontana Cinquecentesca con enormi figure muliebri e mascheroni, con antichi elementi marmorei, in parte di origine romana.

{morfeo 8}

Scheda dimora
Nome della dimora:  Palazzo Malaspina
Tipo dimora: palazzo
Ubicazione dimora: centro storico
Descrizione: Uno dei più severi e sontuosi edifici patrizi della seconda metà del XVI secolo, attribuito tradizionalmente a Cola dell’Amatrice.
Indirizzo: Corso Mazzini, 224/226
63100 
Ascoli Piceno (Ascoli Piceno)
Telefono: +39 360 800118

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *